Theorematica ha definito un modello concettuale integrato per la protezione delle aree sensibili complesse.

Con tale termine si intende un territorio delimitato da un perimetro fisico e/o logico, dotato di peculiari caratteristiche naturali ed antropiche, in cui si manifestano processi di funzionamento attraverso l’interazione di sensori ed attuatori connessi mediante processi di comunicazione sui quali strutturare un sistema di ascolto necessario a supportare l’attività di governo logicamente definita dal modello strategico.

La sorveglianza di una area sensibile complessa non può limitarsi ad una rappresentazione di ciò che sta accadendo, ma deve fornire strumenti per analizzare schemi, ritmi e catene di eventi al fine di anticipare, per quanto possibile, impatti futuri; in tal modo il modello di comando e controllo delle risorse, professionali e tecnologiche, può essere caratterizzato da una maggiore efficacia, efficienza e pro-attività.

L’approccio concettuale prevede la progettazione, lo sviluppo e l’integrazione di tecnologie hardware e software che consentono la modellazione dell’area sensibile dal punto di vista fisico, tecnologico, ontologico e comportamentale, i cui scenari operativi di applicazione includono le aree e gli impianti industriali, i centri logistici, le infrastrutture critiche, i contesti urbani e le aree ad alta frequentazione.

aree1